Ultima modifica il 25/08/2023 by Giodella

guadagni adsense

In questo articolo, ti spiegherò nel dettaglio i guadagni di Google Adsense, uno dei metodi più comuni per monetizzare un blog.

Ammetto che non sono un grande fan di questo metodo di monetizzazione, in quanto all’inizio il tuo sito web riceverà poche visite, quindi può essere difficile riuscire a guadagnare attraverso i banner e la pubblicità in generale.

D’altra parte però, è anche vero che alcune nicchie possono diventare molto profittevoli inserendo degli annunci display, ma è importante che tu capisca come funziona e quanto paga Google Adsense.

Ti spiegherò anche come calcolare o perlomeno stimare i tuoi guadagni, oltre che farti scoprire alcune strategie per migliorare le possibilità di monetizzazione generate dagli spazi pubblicitari.

Punti chiave

  • Google Adsense è un servizio gratuito offerto da Google che permette ai blogger e ai proprietari di siti web di guadagnare denaro attraverso la pubblicazione di annunci.
  • I guadagni con Google Adsense dipendono dalla quantità e qualità del traffico del sito web, con possibilità di guadagni fino a 10.000€ al mese.
  • È possibile migliorare i guadagni con Adsense targettizzando parole chiave con alto volume di ricerca, dando priorità alla user experience e utilizzando l’Adsense Heatmap.

Cos’è Google Adsense?

Google AdSense è una piattaforma pubblicitaria offerta da Google che aiuta i blogger e i proprietari di siti web a guadagnare soldi inserendo annunci pubblicitari nei loro contenuti online.

Funziona grazie a un algoritmo intelligente che seleziona automaticamente annunci pertinenti al contenuto e all’audience del tuo sito.

Esistono molti programmi simili al servizio Adsense, ma è senza dubbio il più famoso ed il più utilizzato a livello mondiale.

In quanto publisher, Google AdSense ti permette di generare reddito ogni volta che un visitatore clicca su uno degli annunci pubblicati sul tuo sito.

Gli inserzionisti pagano Google per ogni clic e tu, come publisher, ricevi il 68 % del pagamento.

È una modalità semplice per monetizzare il tuo sito o blog, senza dover gestire direttamente le relazioni con gli inserzionisti.

Come funziona Google Adsense?

Come funziona Google Adsense

 Ecco come funziona:

  1. Prima di tutto, apri un account gratuito con Google Adsense.
  2. Successivamente, inserisci il codice Adsense nel tuo sito web o blog.
  3. Gli algoritmi di Google analizzeranno quindi il tuo sito per comprendere meglio i contenuti e l’audience.
  4. Basandosi su questa analisi, Google posizionerà annunci pertinenti sul tuo sito.
  5. Ogni volta che un visitatore del tuo sito clicca su uno degli annunci, guadagni una certa somma di denaro.
  6. Come publisher otterrai il 68% (o il 51% quando si tratta di AdSense per la ricerca) dell’importo dei soldi addebitati agli inserzionisti da Google per ogni click sugli annunci pubblicitari.
  7. Infine, ti verranno mandati i pagamenti maturati attraverso il metodo che hai scelto durante la registrazione su Adsense.

La procedura è guidata e ci sono vari articoli di approfondimento, nonostante non devi fare nulla di particolarmente compliato.

Quanto si guadagna con Google Adsense?

Come guadagnare online seriamente nel 2023

Determinare esattamente quanto si può guadagnare con Google Adsense non è semplice, poiché ci sono molti fattori coinvolti.

I guadagni per ogni click su AdSense, ad esempio, possono variare tra i 3 centesimi e i 20 centesimi.

Tuttavia, per arrivare a cifre consistenti, avrai bisogno di migliaia di click, tradotta in una grande quantità di traffico.

Il modo migliore per capire l’importo esatto, è utilizzare i calcolatori delle entrate AdSense.

Ce ne sono vari disponibili online che possono darti una stima approssimativa delle tue entrate potenziali, ma non prenderli come risultati precisi ed impeccabili.

Questi calcolatori in genere richiedono input come visualizzazioni di pagina al mese, percentuale di clic (CTR), costo per clic (CPC) e impressioni.

Google Adsense prevede un minimo di pagamento fisso, noto come payout, che ammonta a 70 euro mensili.

Questo significa che devi accumulare almeno questa cifra prima che Google ti invii un pagamento.

Il potenziale di guadagno con Google Adsense deriva dalla capacità del sito web di attirare visitatori e incitarli a cliccare sugli annunci.

Quindi, più visitatori hai e più clic ottieni sugli annunci, più alti saranno i tuoi guadagni.

Ovviamente, devi concentrarti in primis sulla creazione di contenuti unici e di qualità: se ti concentrerai sul pubblicizzare i tuoi articoli per gudagnare con adsense, rischierai di peggiorare l’esperienza utente sul tuo blog.

Quanto paga Adsense per 1000 visite?

La stima delle entrate con Google AdSense può variare in base a diversi fattori, ma ecco un esempio pratico abbastanza mirato.

Ipotizziamo le seguenti metriche:

  • 1.000 visite al giorno
  • I guadagni medi per 1.000 visualizzazioni vanno da $ 0,2 a $ 2,5
  1. Calcola le visualizzazioni di pagina mensili:
    • 1.000 visite al giorno * 30 giorni = 30.000 pagine visualizzate al mese
  2. Stima i guadagni per 1.000 visualizzazioni:
    • In base all’intervallo fornito, supponiamo una media di $ 1,50 per 1.000 visualizzazioni.
  3. Calcola le entrate mensili stimate:
    • Guadagno per 1.000 visualizzazioni * (Visualizzazioni di pagina mensili / 1.000)
    • $ 1,50 * (30.000/1.000) = $ 45

Pertanto, con 1.000 visite al giorno, potresti potenzialmente guadagnare circa $ 45 al mese con Google AdSense. 

In proporzione, sfruttando altre strategie di monetizzazione come l’affiliate marketing o la vendita di corsi, gli annunci garantiscono un guadagno davvero basso.

Tutto questo, considerando una media di 1000 visite al giorno, che è un traguardo raggiungibile dopo almeno un anno di vita del blog, a seconda della nicchia e delle strategie di marketing digitale che sceglierai di utilizzare.

Quando ti paga Adsense?

Adsense ti paga il giorno 21 di ogni mese, a condizione che i tuoi guadagni raggiungano la soglia minima di pagamento di 70 euro.

Ricorda che per ottenere guadagni con Adsense devi creare un account su Google Adsense e monetizzare il tuo sito web mostrando annunci pubblicitari.

D’altro canto è un metodo gratuito per aumentare la monetizzazione del tuo sito web, quindi farlo ha sicuramente dei vantaggi.

Esempi di guadagni con Google Adsense

Vediamo alcuni esempi di guadagni possibili con Google Adsense.

Ti ricordo che questi sono solo esempi e non riflettono necessariamente la realtà specifica di ogni blogger.

Tutto dipende dal traffico del sito, dalla pertinenza degli annunci e da molti altri fattori.

Sito / BlogVisite mensiliGuadagno medio mensile
Blog di ricette30.00050€ – 100€
Sito di news locali50.000100€ – 200€
Forum di tecnologia150.000300€ – 600€
Portale di viaggi500.0001000€ – 2000€
Blog di moda e lifestyle1.000.0002000€ – 4000€

Come hai visto, i guadagni possono variare notevolmente.

Ad esempio, un blog di ricette con 30.000 visite mensili può guadagnare tra 50 e 100 euro al mese, mentre un portale di viaggi con mezzo milione di visite potrebbe generare un reddito compreso tra 1000 e 2000 euro al mese.

Tuttavia, bisogna ricordare che non tutte le visite si traducono in click sugli annunci, e non tutti i click generano guadagni.

Come puoi vedere, la chiave è la qualità del traffico e la pertinenza degli annunci per il tuo pubblico.

Come migliorare i guadagni con Adsense

Fortunatamente, ci sono alcuni metodi che puoi sfruttare per migliorare i guadagni potenziali generati dai Google Ads, che sostanzialmente vanno ad influire anche sulle altre strategie di monetizzazione.

In questo modo, prenderai due piccioni con una fava, aumentando il rendimento generale del tuo blog.

Targetizza keyword con alto volume di ricerca

semrush esempi keyword alto traffico

Piu persone fanno clic sui tuoi annunci, maggiori saranno i tuoi guadagni.

Per questo motivo, inserire i Google ADS in articoli informativi che targetizzano keyword con un buon volume di ricerca, è la scelta migliore.

Scegli come target parole chiave ad alto CPC: concentrati sull’incorporazione di parole chiave ad alto costo per clic (CPC) nel contenuto del tuo sito web. 

È più probabile che queste parole chiave attraggano gli inserzionisti disposti a pagare di più per i posizionamenti degli annunci.

Inoltre, assicurati che gli annunci visualizzati sul tuo sito web siano pertinenti al contenuto. 

AdSense si basa sulla pubblicità contestuale, il che significa che gli annunci visualizzati devono essere in linea con le parole chiave e i contenuti delle tue pagine.

L’aggiunta di parole chiave pertinenti al contenuto o alla meta descrizione può migliorare la pertinenza degli annunci.

Dai priorità alla user experience

user experience

E’ inevitabile che la pubblicità su un sito possa essere fastidiosa, ciò significa che rischi di rovinare almeno in minima parte la user experience.

Per prima cosa, mantieni un margine di sicurezza tra contenuti e annunci : assicurati di includere spazio sufficiente tra i tuoi contenuti e gli annunci per evitare clic accidentali. 

Ti consiglio un riempimento minimo di 10px, cosi da non intaccare la qualità dei tuoi articoli.

Evita inoltre formati di annunci intrusivi : scegli formati di annunci meno invadenti, come banner pubblicitari o annunci nativi. 

Assolutamente da evitare i popup, i video a riproduzione automatica e altri formati che possono interrompere l’esperienza dell’utente.

Usa l’ Adsense Heatmap

La Heatmap di Adsense è una rappresentazione visiva dei migliori posizionamenti degli annunci su un sito Web per massimizzare i clic e le entrate. 

Si basa sui consigli di posizionamento di Google Adsense ed è progettato per aiutare i proprietari di siti Web a ottimizzare i posizionamenti degli annunci.

 La heatmap è divisa in tre sezioni principali: rossa, arancione e gialla. 

La sezione rossa rappresenta le aree con le percentuali di clic più elevate, mentre la sezione gialla rappresenta le aree con le percentuali di clic più basse

Questo strumento fornito da Google AdSense può aumentare le probabilità di guadagnare con Google AdSense.

Ti permette infatti di determinare le posizioni più efficaci per posizionare gli annunci pubblicitari, migliorando così le tue strategie di monetizzazione.

Non c’è una risposta definita su quanto di più guadagnerai utilizzando l’ Adsense Heatmap, ma può sicuramente aiutarti a massimizzare i guadagni del tuo sito web.

Conclusioni

Quindi, è possibile fare soldi con Google Adsense?

Ma soprattutto, conviene?

La mia risposta, è che ha senso sfruttare la pubblicità solamente se hai un blog con tantissime visite, come ti ho mostrato nei calcoli precedenti.

Il rischio infatti, è quello di rovinare l’esperienza dei tuoi visitatori con pubblicità fastidiose ed avere un guadagno minimo, che sicuramente non ne vale la pena.

Hai appena creato un blog? Bene, allora il mio consiglio è quello di utilizzare gli altri metodi molto più efficaci per guadagnare con un blog.

In questo modo, i tuoi introiti saranno molto più alti e non rischierai di perdere traffico sul tuo blog per raccimolare pochi euro.

Domande Frequenti

1. Quanto si può guadagnare con Google Adsense?

Il guadagno con Google Adsense dipende da diversi fattori, come il numero di visite al sito web, il tipo di annunci visualizzati e la nicchia di mercato in cui si trova il sito.

2. Come posso aumentare i miei guadagni con Google Adsense?

Per aumentare i guadagni con Google Adsense è possibile lavorare sulla qualità e la quantità del traffico al proprio sito web, ottimizzare gli annunci in base alla posizione e al formato, e scegliere nicchie di mercato redditizie.

3. Qual è il metodo di pagamento per i guadagni con Google Adsense?

Google Adsense offre diversi metodi di pagamento, tra cui bonifico bancario, assegno o tramite PayPal. È possibile selezionare il metodo preferito nelle impostazioni del proprio account.

4. È necessario avere un sito web per guadagnare con Google Adsense?

Sì, per guadagnare con Google Adsense è necessario avere un sito web o una piattaforma online su cui pubblicare gli annunci. Non è possibile guadagnare semplicemente cliccando sugli annunci da altre fonti.

Similar Posts